Il vitigno Barbera è il più diffuso in Piemonte.

Questa diffusione così ampia vede nel Monferrato Astigiano il suo territorio più vocato come provano testimonianze storiche che risalgono fino al Medioevo.

Nell’ambito della più ampia DOC Barbera d’Asti è stata individuata una zona di eccellenza denominata NIZZA ristretta ad un numero limitato di Comuni.

Si tratta delle colline che, nel 2014, sono state riconosciute Patrimonio Unesco.

Nello stesso anno è stata riconosciuta alla Barbera di questo territorio la Nuova Denominazione Nizza DOCG che si identifica non con il vitigno ma con il territorio.

Il disciplinare del Nizza ha vincoli molto rigidi sul piano culturale ed enologico per mantenere standard qualitativi elevati (la resa per ettaro è inferiore a quella del Barolo).

Queste peculiarità collocano il Nizza al livello dei grandi vini rossi piemontesi e ne fanno a tutti gli effetti il Cru della Barbera, caratterizzato da grande carattere complessità e longevità.